Stiamo firmando digitalmente l'atto costitutivo

Ci siamo. Ho appena mandato la mail con il documento firmato digitalmente da me a cui aggiungere tutte le vostre firme.

Per chi non ha seguito, stiamo “sfidando” l’agenzia delle entrate ad accettarci la costituzione della associazione NoiOpen attraverso un documento firmato digitalmente.

Con molta fatica e lavoro preparatorio, abbiamo adesso un atto costitutivo e statuto che sta “girando” tra gli associandi per firmarlo digitalmente. Una volta firmato lo manderemo via PEC all’agenza delle entrate per la registrazione.

Ce lo accetteranno? Ci sono precedenti che dicono di no. Ma non demordiamo. Ci proviamo lo stesso. Ci siamo documentati e pensiamo sia valido e legale fare così e se non ci impegniamo in queste battaglie che ci stiamo a fare?

Vi tengo aggiornati di quello che succederà. Sarà divertente…

5 Mi Piace

Non mi è ancora arrivato. Stai usando il modello “firma e invia al prossimo della lista” ?

Si il prossimo é Gadaleta

5 firme finora la palla è a Dozza

6 firme tocca a Giuseppe Aielli

Stiamo a Gaetano D’Orsi… io pingo tutti :slight_smile:

1 Mi Piace

Fai bene…spero solo di essere collegato quando toccherà a me :slightly_smiling_face:

Ancora bloccato su D’Orsi e mi sa per lo stesso motivo di altri… il mare! Per favore chi non può firmare me lo faccia presente che inoltro il documento al successivo e poi recuperiamo i … ritardatari.

se può servire… io ci sono

Tocca a Graziano… poi a te.

Ciao a tutti, verificando il PDF ho notato l’anomalia evidenziata (indicata come “Attenzione” dal software di firma digitale che uso):

che ne pensate?

Creo sia la mia firma, è la certificazione di namirial, trovata partendo da qui
https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/firma-elettronica-qualificata
Ne avevo parlato nelle scorse settimane, quando avevamo verificato preventivamente le firme: per quello che ne so è una firma valida in italia, potrebbe non essere conforme con una normativa europea di un paio di anni fa (ma si va troppo in dettaglio e non domino l’argomento).
La firma resta valida, come si vede dall’immagine, o anche verificando online per esempio su servizi di infocert o poste: detto ciò, per evitare dubbi per me va benissimo fare “rollback” e andare avanti!

Io ho visto che c’erano due “record” TSA (oltre al PAdES) ma non mi ha segnalato errori (Aruba sign). Il tuo programma sembra abbastanza chiaro: la normativa EU potrebbe non accettare…

Se però arriviamo a discutere di questo con l’Agenzia dell’Entrate siamo troppo indietro…noi…:slightly_smiling_face:

@antoninocutri visto che Poste certifica la validità della firma direi che è valida quindi puoi firmare anche tu e proseguire la catena.

Fatto, inviata a Nazzareno!

Fatto. Inviata a Carmine Di Gruttola.

1 Mi Piace

Fatto. Inviata a Alessandro Sanino

Saltato Alessandro Sanino che non ha la firma con se’ pare, inoltrato a Corrado Patierno.