Mi presento: Francesco Collo

Buongiorno a tutti, sono Francesco Collo, Palermitano a Milano per lavoro, classe 1993.

Mi sono unito a questa community dopo aver seguito per qualche tempo il dott. Sciabarra su Linkedin.

Premetto che non ho alcuna competenza in ambito informatico.

A breve sosterrò l’esame per l’abilitazione all’esercizio della professione di Dottore Commercialista. Collaboro con primari studi milanesi specializzati in procedure concorsuali e crisi di impresa.

Collaboro inoltre con la società di diritto svedese Tink. Detta società, attiva nell’Open Banking, fornisce infrastrutture tecnologiche a vari istituti di credito al fine di rendere “PSD2 compliant” le App delle banche.
Creerò una discussione “wiki” dove posterò un po di info e materiale utile.

Nutro molto interesse per il progetto portato avanti dalla community. Sarei lieto di mettere a disposizione le mie competenze in ambito contabile - amministrativo - fiscale.
Ho letto in un post che avreste bisogno di supporto per la tenuta della contabilità. Consideratemi a vostra disposizione.

Ho intenzione di presentare alla community un progetto volto a facilitare la liberazione della liquidità detenuta dalle procedure concorsuali (Fallimenti - Concordati preventivi - Amministrazioni Straordinarie - Ecc.). Ho avuto modo di validare l’idea e creare una bozza della web app (mock up ?!) nell’ambito di un programma di pre-accellerazione al quale ho partecipato con la mia startup.

La materia è abbastanza ostica. Per rendere l’idea delle dimensioni del problema di seguito qualche numero:

  • Al 31.12.19 risultano attive oltre 90.000 procedure;
  • Durata media fallimento 5 anni;
  • Risorse giacenti STIMATE (!) tra 5 e 10 miliardi di Euro;

In buona sostanza, essendo denaro dei creditori, a nessuno interessa gestirlo al meglio.

Ritengo, anche in vista dell’imminente “pandemia economica”, improrogabile fornire ai Tribunali uno strumento digitale che consenta di:

  • Standardizzare la gestione delle procedure concorsuali;
  • Creare un workflow automatizzando quanto possibile la gestione dei vari adempimenti di legge;
  • Gestire la cassa delle procedure - i curatori/commissari si rivolgono a istituti di credito tradizionali, vi lascio solo immaginare le condizioni applicate al conto corrente.
  • Gestione contabilità della procedura (preciso che trattasi di contabilità finanziaria e non della famosa “partita doppia”);
  • Gestire le attività di riparto delle somme disponibili, erogandole anche sottoforma di “Token” spendibile nel circuito delle Vendite Giudiziarie (“Common Money” previsto nella prima versione della riforma fallimentare, non risulta citato nel Testo di Legge da poco entrato in vigore - link - https://www.altalex.com/documents/news/2018/10/26/cosa-si-intende-per-moneta-fallimentare)
  • Attribuire un rating alla gestione del professionista (paramentrando attivo realizzato/ Spese sostenute);

Ciò consentirebbe di velocizzare la liberazione delle risorse garantendo al contempo maggiore trasparenza e riduzione dei costi.

Pubblicherò una presentazione del progetto ed il relativo materiale informativo in un separato post verso la fine del mese, adesso torno a studiare !

Resto in attesa di vostre considerazioni in merito.

Buon lavoro a tutti !

4 Mi Piace

Francesco il progetto e’ interessante. Ti suggerisco di usare un repo su GitHub che ha un wiki per mettere le tue specifiche. Io poi posso importare il tuo repo su noiopen. Questo e’ il tipico progetto che si potrebbero cercare finanziamenti pubblici per lo sviluppo.

Ok provvederò.

Mi trova perfettamente d’accordo sulle modalità di reperimento dei fondi. La mia startup si occupa proprio di questo, ho assistito imprenditori per l’ottenimento di contributi quali Voucher Digitalizzazione, Resto al Sud, Imprese a Tasso Zero (con discreti risultati).

Al momento sarei alla ricerca del supporto di professionisti che “completino” il business plan con le specifiche tecniche del software e che, una volta ottenuti i fondi, materialmente provvedano allo sviluppo delle varie funzionalità.

La ringrazio per il riscontro.

Benvenuto Francesco! Tanta carne al fuoco!

Il progetto è gigantesco! Hai idea di cosa utilizzare come tecnologia di sviluppo?

Il avrei messo il testo che hai scritto nel README del progetto che hai aperto.

Il forum è buono per discussioni ma queste cose fanno meglio parte della documentazione del progetto.

Buongiorno Michele e grazie per il commento.

Non ho la benchè minima idea in merito all’eventuale tecnologia da utilizzare. Certo se parlasse con http://pst.giustizia.it/PST/it/pst_27.wp (quindi con le cancellerie dei tribunali) sarebbe il massimo.

L’unica caratteristica che mi viene in mente al momento è la scalabilità. Considerando che ad oggi ci sono circa 90.000 procedure aperte …

Sempre ragionando a voce alta: sarebbe carino integrare la funzione “Wallet del creditore” magari anche su IO. In pratica i creditori il cui credito risulti definitivamente ammesso allo stato passivo potrebbero richiedere tale importo per mezzo dell’app. Un po come per il bonus vacanze.

Sarebbe una bella iniezione di liquidità! Inoltre si metterebbe in pratica il funzionamento del c.d. Common Money.

Secondo voi è troppo dispersivo o ambizioso ?

Insomma, ci si protrebbe lavorare ?

Non vorrei raffreddare i tuoi entusiasmi ma penso che sia importante chiarire che uno lavora a un progetto open source per uno di questi 3 motivi:

  • il progetto è interessante e può imparare cose nuove e arricchire il suo curriculum
  • il progetto gli serve in qualche modo per il lavoro che fa
  • si viene pagati per farlo da qualcuno che ha bisogno di quel progetto

generalmente poi i contribuiti tendono ad essere abbastanza piccoli

Messo così il progetto mi pare molto improbabile possa decollare…